LA CULTURA

mercoledì 22 febbraio 2012

Ispirata dal gran parlare che si fa in questo periodo, mi chiedo:
LA CULTURA CI DEVE ESSERE OFFERTA DALLA TV PUBBLICA?

Perché a me che la farfalla di Belen sia vera o finta non me ne importa niente ed ancor meno se avesse le mutande o le C-string che ora corrono tutti a comprare o a produrre. Però ad alcuni di coloro che mi leggono ogni tanto, ovviamente interessa molto la farfallina di Belen (non quella tatuata), mentre le donne sono quelle che corrono a comprarsi le suddette "mutande".

Da quando in qua la tv deve fare cultura?
I programmi culturali ci sono, ma relegati in orari impopolari e in reti secondarie come Raitre. Ma chi li guarda? Io no. Magari mi interesserebbero anche, ma la cultura la attingo da altre fonti.
Parliamoci chiaro: la cultura non è popolare, è noiosa per la persona comune. Quindi come si fa a pretendere che la tv, sovrana regina dei beceri salotti, offra della cultura? Inoltre non dimentichiamo che la tv è un prodotto da vendere, perché se un programma non ha ascolto, chiude, altrimenti non si trovano sponsor.

Dai su, io la verità la dico, ma non prendiamoci in giro: la tv è fatta per intrattenere il pubblico, per informarlo e per educarlo, ma tutte queste funzioni sono decadute in toto e l'unico merito sociale della tv è aver uniformato il linguaggio e aperto la strada ad internet, che ormai l'ha surclassata. Si può dimostrare così:
  • intrattenimento: è basato sul pettegolezzo e su chi urla di più o dice più parolacce, non c'è più professionalità (si salva qualche conduttore) e devo ancora vedere l'erede di Raffaella Carrà o Heather Parisi.
  • informazione: è basata sul sensazionalismo, sulla morbosità del pettegolezzo e sul procurare allarme. Inoltre il calcio è spesso più importante dell'economia del Paese.
  • educazione: non solo ormai le parolacce sono all'ordine del giorno (Sgarbi ha aperto un'autostrada, tra i tanti), ma la vera vittima è proprio la grammatica italiana.
Se in tv la farfalla di Belen solleva gli ascolti (e non solo), allora è quello che ci vuole, per chi non vuole "subire" può fare come me:
  • non guardare più i notiziari, tanto c'è internet
  • guardarsi programmi ben specifici (mai vista la farfallina della Gabanelli)
  • guardarsi un bel film o telefilm (senza interruzioni pubblicitarie tra l'altro)
  • fare più vita sociale che magari la vedete dal vero una farfallina
Magari un giorno anche voi direte: Belen chi?

5 commenti:

rotalibra on 22 febbraio 2012 15:12 ha detto...

se proprio lo vuoi sapè, belen ormai mi pare una minestra riscaldata e la cosa migliore che fa la tivvù è di farmi addormentare nel giro di cinque minuti. il che rende i programmi più interessanti. ad esempio vedo che fazio intervista ligabue e poco dopo sta salutando tremonti perchè arriva la pubblicità, dopo di che inizia l'intervista con unberto eco che viene conclusa dalle baggianate della littizzetto.

Conte di Montenegro on 22 febbraio 2012 18:09 ha detto...

Il calcio E' chiaramente più importante dell'economia del paese!

gattonero on 22 febbraio 2012 19:21 ha detto...

L'emittente che mettesse programmi culturali in prima serata chiuderebbe seduta stante.
Non tanto per gli ascolti in sé (che sarebbero comunque limitati a quattro gatti o pochi più), ma perché i dané degli sponsor vanno a chi riesce a programmare il peggio, che raccoglie il meglio dei risultati.
L'unica che "dovrebbe" e potrebbe sbilanciarsi in tal senso è la RAI, che con i milioni che incassa dalla tassa (non canone: lo sarebbe se fosse su base volontaria) avrebbe il dovere di divulgare anche cultura.
Ma sappiamo dove vanno a finire questi soldi, e ogni volta che paghiamo è un morso alle mani...
Ciao.

stefanoSTRONG on 23 febbraio 2012 08:46 ha detto...

che poi tutti criticano sanremo e belen, ma in 16milioni (sto tirando, no nso quanti siano esattamente) però erano colelgati lì...come sul treno, che tutti criticavano berlusconi ma alla fine lo votavano tutti..e come un'altra odiata da tutti ma che fa comodo a tutti che non mi va di dire :D

ME on 23 febbraio 2012 11:21 ha detto...

@ROTALIBRA
A me la Littizzetto fa ridere, però :)

@CONTE
E' quello che intendevo! XD

@GATTONERO
Anche la Rai è piegata ai dané da anni.

@STRONG
Dai chi è????? La Santanchè?

 

Copyright © 2009 Grunge Girl Blogger Template Designed by Ipietoon Blogger Template
Girl Vector Copyrighted to Dapino Colada