9 ERRORI

lunedì 10 ottobre 2011

Leggendo qua e là, ho trovato interessante un articolo sul lavoro:
I 9 errori da evitare per fare carriera:
1) Dimenticarsi o non realizzare che il momento migliore per trovare la nostra prossima opportunità è mentre abbiamo ancora un lavoro.
2) Credere che l’azienda sarà leale con noi.
3) Pensare che non ci siano posti di lavoro disponibili.
4) Non venderci come qualcuno che può far guadagnare o risparmiare l’azienda.
5) Pensare che l’unico modo per trovare lavoro sia cercarne uno.
6) Non avere ancora costruito un rapporto con un cacciatore di teste.
7) Non riuscire a farsi conoscere nel nostro settore o tra chi fa la nostra stessa professione.
8) Se ci viene offerta una posizione in un’altra azienda, ci facciamo tentare dalla controfferta della nostra attuale.
9) Rifiutare un colloquio conoscitivo.

In effetti quando si è trovato un lavoro abbastanza stabile, soprattutto dopo anni di girovagare tra contratti più o meno continuativi, si tende a tirare i remi in barca e considerarsi arrivati, ma questi punti sono un'interessante base di partenza per poter trovare di meglio. Perché si può trovare sempre di meglio e le occasioni capitano.
Tra l'altro il punto 2) ci deve far riflettere molto attentamente sul fatto di non essere tutelati in alcun modo e poi, una volta perso il lavoro, potremmo davvero mangiarci le mani per non esserci tenuti pronti ad un'eventualità del genere. Oggi le aziende, come prassi, spesso adottano misure che vanno contro dei diritti sanciti per legge per tutelarsi, ma chi tutela i lavoratori? I sindacati? Ormai non più.
Meglio quindi pensarci prima che sia troppo tardi.

31 commenti:

ASSOcollocamento ha detto...

caspio, da una neo assunta è un discorso... preoccupante XD

ME on 10 ottobre 2011 16:47 ha detto...

Visto ciò che mi sono trovata davanti stamani è meglio rifletterci prima, piuttosto che farsi trovare impreparata :)

nonsòchecazzom'èpreso on 10 ottobre 2011 16:56 ha detto...

io non lavoro.

ME on 10 ottobre 2011 17:14 ha detto...

Allora vedi che sei impiegato statale? :)))))

nonsòchecazzom'èpreso on 10 ottobre 2011 17:15 ha detto...

in un colpo solo ti sei liberata di ME. Addiooooooooooooo.........

ME on 10 ottobre 2011 17:17 ha detto...

Che colpo?
ciaoooooooooo, torna prestooooooooooooo

ASSO? ha detto...

e cosa ti sei trovata davanti stamattina, NSCC? :-O

nonsòchecazzom'èpreso on 11 ottobre 2011 12:44 ha detto...

trovata-A?

ME on 11 ottobre 2011 14:07 ha detto...

@ASSo
come hai fatto ad indovinare?

@NSCC
SI riferiva a me, Asso ;)

CosiParloZarathustra ha detto...

a quanto pare ho infranto l'ottavo comandamento...però non ho capito perché sarebbe sbagliato.

Se la società verso cui dovresti migrare non offre condizioni (non solo economiche) sensibilmente migliori rispetto a quella per cui lavori...per quale motivo dovresti comunque andarci???

boh, il resto è in linea con quanto pratico.

ME on 11 ottobre 2011 14:24 ha detto...

questo è quanto c'è scritto nell'articolo che NON hai letto ;)

"Questo equivale a un “suicidio”. Perché? Dal momento in cui rassegniamo le dimissioni, veniamo considerati sleali dal nostro datore di lavoro, dei “traditori”. Significa che non esiterà a essere sleale con noi, quando se ne presenterà l’occasione.
Quando ci viene fatta una controfferta, siamo portati a credere di essere importanti per l’azienda, quasi indispensabili. Non potremmo essere più lontani dalla realtà. Quello che tutte le aziende fanno è prendere tempo per poterci rimpiazzare con qualcuno più fedele di noi."

nonsòchecazzom'èpreso on 11 ottobre 2011 14:41 ha detto...

@ME et ASSO no no si riferiva ad asso o meglio alla sua frase diretta a me.

nonsòchecazzom'èpreso on 11 ottobre 2011 14:42 ha detto...

aah!

ME on 11 ottobre 2011 15:03 ha detto...

riferiamoci meglio d'ora in avanti :)

ASSOitalians ha detto...

OH, basta leggere XD

ME on 11 ottobre 2011 15:55 ha detto...

Allora è NSCC che nn ha capito la tua frase diretta a me, che parlava di lui (aiutoooo) :))))

CosiParloZarathustra ha detto...

...no non avevo letto. In effetti la motivazione è plausibile anche se mi sembra sia un po' forzata. Intanto generalizza un po' troppo e poi fa le seguenti discutibili considerazioni:

- Significa che non esiterà a essere sleale con noi quando se ne presenterà l’occasione
> invece normalmente esita? Sarà comunque sleale ogni volta che sarà convinta di trarne un benficio a medio-lungo termine.

- Quando ci viene fatta una controfferta, siamo portati a credere di essere importanti per l’azienda,
> quando ci viene fatta una controfferta di certo non siamo superflui. In ogni caso la controfferta ci rivela la valorizzazione dello status quo (che è negativo se non ci fanno una controfferta ma ci indicano la porta)

- quasi indispensabili.
> questa è un po' una drammatizzazione. Nessuno sano di mente e dotato di un minimo di raziocinio penserà mai di essere indispensabile in alcunché.

- Quello che tutte le aziende fanno è prendere tempo per poterci rimpiazzare con qualcuno più fedele di noi.
> Mah, qua si tende a demonizzare le aziende; seguendo le regole proposte, non siamo forse anche noi che prendiamo tempo per rimpiazzare l'azienda? E' necessario capire che essendo parti dello stesso gioco le regole sono le stesse per azienda e dipendente, senza contare che secondo me le aziende dovrebbero comunque cercare di sostituire le persone meno valide con persone più valide, laddove la validità di una persona è ovviamente espressione dei parametri soggettivi di ogni azienda.
L'autore stabilisce una correlazione tra il dare le dimissioni e la valutazione di fedeltà in modo altrettanto soggettivo. Ovviamente molto dipende dal modo con cui il dipendente gestisce la situazione. E' ovvio che uno che va direttamente dall' Amministratore Delagato abbattendo la porta con un calcio e dicendo:"Ah ah, mi hanno proposto un altro lavoro, adesso se non vuoi pagare le penali sul lavoro xyz fari bene a darmi un bell'aumento, le provvigioni, uno stock azionario, etc." è effettivamente un suicida. Altro discorso uno che,rispettando le gerarchie, vestito di sacco e cospargendosi il capo di cenere, va dal suo capo e condivide con lui il "dramma" di una scelta dovuta ad una offerta allettante che ha ricevuto e che sarebbe moralmente portato ad accettare(..garantire un futuro ai miei figli...blabla). Se se la gioca bene non solo non avrà bisogno di arrivare a dare le dimissioni e porterà a casa un discreto aumento, ma aumenterà anche il suo livello di fedeltà, correttezza e trasparenza percepita.

Insomma ribadisco, di tutti i "comandamenti", questo è quello più controverso perché dipende troppo dai singoli casi.

ASSOdeduzione ha detto...

HO CAPITO!!!
"CosiParloZarathustra" è una delle tante personalità di ME!
ha fatto un blog nel blog XD

ME on 12 ottobre 2011 08:51 ha detto...

@CPZ
Ti sei lasciato andare eh? come suggerito da ASSO, vuoi uno spazio tuo dove poterti esprimere? :)))
Concordo con quanto hai scritto, anche se essendo una novellina, ancora non mi è mai capitata una situazione del genere, in ogni caso "le aziende dovrebbero comunque cercare di sostituire le persone meno valide con persone più valide" è una vera utopia per come vanno le cose oggi ;)

CosiParloZarathustra ha detto...

chi vi dice che io non abbia uno o più blog? ;)

ME on 12 ottobre 2011 09:51 ha detto...

Se li hai mi sa che ti stanno stretti :)))

CosiParloZarathustra ha detto...

:)

però anche voi...e troppo corto... e troppo lungo...ma quante storie!

Anche perchè se uno sintetizza costantemente in due o tre righe il proprio pensiero, rischia di passare per quello che nasconde la banalità e la pochezza delle sue idee dietro un alone di criptico e allusivo mistero.

ME on 12 ottobre 2011 10:49 ha detto...

e il dono della sintesi? :)

ASSO ha detto...

minchia ma quanto parla Zarathustra XD
OH, scherzo ne???
ME, ho capito perchè non ci apre ai suoi blog...
ha paura di noi XD

ME on 12 ottobre 2011 11:51 ha detto...

Non gli dò tutti i torti :)

ASSOlecito ha detto...

beh... basta dirlo :P
e chiudere la porta a chiave.

ME on 12 ottobre 2011 12:56 ha detto...

E infatti non ci fa entrare ;)

R. ha detto...

domanda seria:
anche tu vorresti farlo? o_O

ME on 12 ottobre 2011 13:03 ha detto...

chiudere a chiave il blog? Mah no, sennò l'avrei già fatto bloccando i commenti :)

CosiParloZarathustra ha detto...

Eh...non so che cazzo m'è preso... pure a me :)

@R
se è la domanda relativa all'azione di "riuscire a sopportare chi fa domande decontestualizzate", allora la risposta è si ;)

ME on 12 ottobre 2011 13:38 ha detto...

@CPZ
No eh? di NSCC ne posso sopportare solo uno! :)))))

 

Copyright © 2009 Grunge Girl Blogger Template Designed by Ipietoon Blogger Template
Girl Vector Copyrighted to Dapino Colada